A Dio piacendo.pdf

A Dio piacendo

Jean DOrmesson

«La fragilità delle vicende umane in un romanzo che narra della sopravvivenza della tradizione in un mondo destinato a congedarsi da essa». - Le Figaro «Come Teseo che segue il filo del labirinto, Jean d’Ormesson ripercorre il grande romanzo del mondo, quella storia iniziata oltre tredici miliardi di anni fa e sulla cui fine continuiamo a interrogarci». - la Repubblica «Un’opera ambiziosa, lirica, brillante». - Adrien Goetz, L’Express A Dio piacendo è la storia di un’antica famiglia aristocratica francese, una di quelle famiglie apparse al tempo delle crociate, con un maresciallo della fede e dell’esercito di Dio che non deve aver goduto di buona fama nei dintorni di Damasco. Una famiglia nella quale chiunque nasca è di colpo consegnato a un mondo che guarda indietro, dove il passato conta più del futuro. Un mondo custodito nei pensieri di un bel vecchio, dritto come un fuso, che vive nel ricordo. Sua madre ha ballato alle Tuileries con il duca di Nemours, sua moglie a Compiègne con il principe imperiale. La vita, per lui, è una cosa estremamente semplice, dove hanno peso il curato, la caccia a cavallo, il culto della bandiera bianca e il nome della famiglia. Dove non passa mai per la testa di nessuno di partire per la Siria, per le Indie, per il Messico, poiché negli spostamenti c’è sempre qualcosa di convulso e di impercettibilmente volgare. L’unico luogo degno in cui aggirarsi è il castello e i dintorni del castello in cui la famiglia ha vissuto attraverso i secoli e le generazioni, una dimora stipata dei lasciti del passato: i comò, i secrétaires a cilindro, le consoles a intarsio o a mezzaluna, gli arazzi di Aubusson o delle Fiandre, i quadri di antenati in grande uniforme negligentemente appoggiati a uno scrittoio. Nei suoi momenti di ottimismo, che si alternano alle crisi di abbattimento per la degradazione dei costumi, il vecchio sogna un tempo in cui l’ordine delle cose si ristabilisca intorno alla Chiesa e al trono, dove ciascuno ritrovi il proprio posto e il proprio rango di ufficiale, soldato, artigiano, contadino, pittore e letterato, e il cognome della famiglia sia di nuovo venerato… Romanzo che ha consacrato il talento di Jean d’Ormesson, A Dio piacendo è una delle opere più importanti della narrativa francese contemporanea. Al suo centro figurano un personaggio – il nonno, fedele al passato, refrattario al progresso e ai suoi cambiamenti, custode della tradizione e dei costumi degli avi – e un luogo: il castello di Plessis-lez-Vau-dreuil, la culla della famiglia, dove dalle crociate ai giorni nostri si avvicendano gli eventi del casato. Matrimoni d’amore e di interesse, imprese eroiche e viltà, fedi e passioni, tutto ciò in cui la famiglia ha creduto, e che ha fatto suo, viene passato in rassegna, finché ogni cosa si sgretola. Subentrano i costumi e i furori della modernità, e si aprono via via delle brecce nella fortezza della tradizione.

A Dio piacendo (1996). God willing. Regia/Director: Filippo Altadonna Soggetto/ Subject: Filippo Altadonna Sceneggiatura/Screenplay: Filippo Altadonna

1.68 MB Dimensione del file
9788865593547 ISBN
Gratis PREZZO
A Dio piacendo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.tcambrosiano.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Dio c'è, ma non c'è, nel senso che viviamo come se non esistesse, eppure diciamo «A Dio piacendo». Delle volte questo equivoco può nascondere le nostre vere intenzioni nei confronti dell'altro, nel senso che in fondo non è poi così piacevole incontrarti domani o in chiesa, ecc.

avatar
Mattio Mazio

4 giu 2020 ... “Sono stracandidato” e, dopo una breve pausa, aggiunge: “a Dio piacendo”. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una ... 4 giu 2020 ... Regionali, De Luca afferma: "Sono stracandidato a Dio piacendo"! Queste le sue dichiarazioni in una intervista con la Fondazione Luigi ...

avatar
Noels Schulzzi

“A Dio piacendo” (Novecento Editore 2018, Collana “Versus. Giuristi raccontano”), di Michele Navarra, è il quinto romanzo che vede come protagonista l’avvocato Alessandro Gordiani Archivio del Cinema Italiano contiene le schede di tutti i film italiani prodotti dal 1929 ad oggi. The Italian Cinema Database contains the synopses of all the feature films, documentaries produced and distributed since 1930.

avatar
Jason Statham

11 lug 2013 ... “Grazie a colui che detiene l'anima di Muhammad, il respiro che esce dalla bocca del digiunatore è più gradito a Dio dell'odore del muschio” 15 set 2011 ... Entrate e uscite al dio piacendo. ... Il tempio di Saturno, dedicato al dio dell' agricoltura e degli artefici di ogni ordine esterno (e quindi anche ...

avatar
Jessica Kolhmann

A Dio piacendo è un film di genere drammatico del 1996, diretto da Filippo Altadonna, con Corinne Clery e Luigi Diberti. Durata 98 minuti. Distribuito da TEATROTTANTA.