L ultima dei Neanderthal.pdf

L ultima dei Neanderthal

Claire Cameron

Quarantamila anni fa. Lultimo gruppo famigliare della specie Neanderthal vaga sulla Terra, in un ambiente sempre più ostile. Dopo una stagione terribilmente difficile, sono rimasti in pochi. Tra loro cè Girl, la figlia più grande. è nella giusta età della riproduzione e la sua famiglia è determinata a recarsi nel luogo conosciuto per gli accoppiamenti: Girl deve trovare un compagno per salvare la specie. Durante il cammino, però, il gruppo si disperde. Girl viene abbandonata. Con lei cè solo Runt, un trovatello accolto nel gruppo qualche tempo prima. In condizione di costante pericolo e con lavvicinarsi di un altro inverno glaciale, Girl si rende conto di avere una sola possibilità per salvare il suo popolo. Ai giorni nostri, larcheologa Rosamund Gale vuole portare a termine limportante campagna di scavo, prima che nasca il suo bambino. Mancano poche settimane al parto, ma portare alla luce nuovi reperti fossili della specie Neanderthal - il più emozionante tra i misteri dellevoluzione umana - è per la dottoressa Gale un impegno esaltante. Rosamund e Girl sono legate da un filo sottile e al contempo molto forte attraverso i millenni. Tra preistoria e storia, le due donne condividono la medesima esperienza di maternità. Un libro che porta il lettore a riconsiderare in modo nuovo i termini della grande domanda: cosa significa essere umani?

È un romanzo complesso e potente quello della scrittrice canadese Claire Cameron, appena tradotto in Italia per la neonata casa editrice Sem. Presentato in anteprima mondiale il prossimo mercoledì a Milano nell’ambito di Tempo di Libri, L’ultima dei Neanderthal (pp. 288, euro 18) è una storia che si dipana lungo un arco temporale di 40mila anni e che intreccia due esistenze, quella di Uno dei pochi che, a metà degli anni Cinquanta ricordava ancora bene Azzo, era lo scrittore francese Jean Boullet. Nel 1956 andò nella Vallèe du Dadés in Marocco per cercare di scoprire cosa era successo, nel frattempo, al misterioso “uomo preistorico”.

9.33 MB Dimensione del file
9788807891366 ISBN
Gratis PREZZO
L ultima dei Neanderthal.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.tcambrosiano.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Un rapporto, un sentimento, uno sguardo: le cose che non si fossilizzano sono le più importanti. L'ultima dei Neanderthal. di Claire Cameron. Sem.

avatar
Mattio Mazio

18/02/2019

avatar
Noels Schulzzi

L'ultima dei Neanderthal. Visualizza le immagini. Prezzo € 17,10. Prezzo di listino € 18,00. Risparmi € 0,90 (5%) Tutti i prezzi includono l'IVA. Disponibilità immediata. Spedizione sempre gratuita con Amazon .

avatar
Jason Statham

L'ultima dei Neanderthal (Kindle Edition) Published April 20th 2017 by SEM Kindle Edition, 279 pages Author(s): Claire Cameron (Goodreads — Los Angeles Review of Books “The Last Neanderthal masterfully examines our connections to our evolutionary cousins. It takes aim at the myth that Neanderthals were unintelligent cave people. Cameron uses the latest research to underscore how humans and Neanderthals share much in common genetically, how we once lived together and even

avatar
Jessica Kolhmann

È un romanzo complesso e potente quello della scrittrice canadese Claire Cameron, appena tradotto in Italia per la neonata casa editrice Sem. Presentato in anteprima mondiale il prossimo mercoledì a Milano nell’ambito di Tempo di Libri, L’ultima dei Neanderthal (pp. 288, euro 18) è una storia che si dipana lungo un arco temporale di 40mila anni e che intreccia due esistenze, quella di L’uomo di Neanderthal ha sofferto per lungo tempo di una cattiva reputazione e continua a evocare una serie di luoghi comuni. Poco dopo la scoperta dei primi scheletri in Belgio (1829), Gibilterra (1848) e in Germania (1856), gli scienziati del tempo hanno sostenuto che l’Homo neanderthalensis, com’era stato chiamato, non fosse umano. Lo immaginavano come una sorta di primate animalesco, più simile a un gorilla o allo Yeti che all’uomo moderno.