Perché sono uscito dalla casta.pdf

Perché sono uscito dalla casta

none

Il gennaio 2008, giorno del suo compleanno, Willer Bordon dice di essersi fatto un regalo: come aveva annunciato da un paio di mesi, si è dimesso dal Senato in un inedito atto di protesta contro il declino e la corruzione della classe dirigente italiana, incapace di farsi portatrice delle reali esigenze dei cittadini, e contro la grave degenerazione della funzione legislativa del Parlamento. I privilegi economici di cui godono i parlamentari - e sui quali Bordon getta in questo libro, con dovizia di cifre, esempi aneddoti da insider, una luce ancora più inquietante della Casta di Rizzo e Stella - sono tuttavia la punta delliceberg, sotto la quale la crisi della politica ha assunto proporzioni disastrose. Di fatto, il Parlamento assomiglia sempre più allo sterile megafono del governo di turno, e i partiti sono macchine mangiasoldi governate da ristrettissime oligarchie: non solo per la disgraziata legge elettorale, che lascia a pochi uomini la potestà di decidere chi siederà nelle Aule, ma per una complessa storia più che ventennale. Una storia il cui sviluppo Bordon ricorda e acutamente analizza, indicando praticabili vie di fuga da una condizione che è di serio pericolo per le istituzioni democratiche. Un documento che consentirà a ogni lettore di rendersi conto in prima persona della incommensurabile gravità della crisi politica italiana. Senza però togliergli la speranza in una politica migliore.

Alla presentazione dell'ultimo libro dell'ex senatore PD Willer Bordon,"Perchè sono uscito dalla casta", venerdì sera all'Auditorium comunale, nessuna scossa, nessuno scoop, solo una tranquilla, moderata chiacchierata come tra reduci che discutono l'inevitabilità della violenza bellica, con vani e poco incisivi tentativi di scandalizzarsene moralmente (abbiamo già dato!), come analisti ... La nuova casta è figlia della stessa Italia di ieri: trasformista, parecchio puttana, che si adatta al vento, che si fingeva anticasta, che si mette i tacchi a spillo, la giacca scura e ha il volto di Di Maio, un ragazzo venuto dal nulla che non ha studi e nessuna competenza, che non ha fatto nessuna gavetta, ma ha quella faccia "qualunque" e il sorriso sempre pronto, preziose doti per il ...

1.51 MB Dimensione del file
9788879289931 ISBN
Gratis PREZZO
Perché sono uscito dalla casta.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.tcambrosiano.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

A 13 anni dalla sua uscita, ... Ma un Casta 2 ci vuole, perché se i risultati della parte destruens ci sono, il panorama che ha seguito le rovine non è certo incoraggiante.

avatar
Mattio Mazio

Ventotto anni di carriera, tanti successi cinematografici, tre amori importanti – Giovanna Mezzogiorno, Laetitia Casta e l’attuale moglie, la modella Bianca Vitali – tre figli: due dalla Casta e uno dalla Vitali. Stefano Accorsi il trentenne travagliato de L’ultimo bacio, il manager impenetrabile di 1992 e 1993, è uno dei volti più amati del nostro […]

avatar
Noels Schulzzi

PERCHE' SONO USCITO DALLA CASTA Edito da: PONTE ALLE GRAZIE Anno di edizione: Genere: POLITICA Formato di registrazione: DAISY/CASSETTA Codice isbn: 8879289931 Perchè sono uscito dalla casta - W. Bordon Dispensa per il corso di Sociologia dei rapporti politici e dei fenomeni comunicativi della prof.ssa Arianna Montanari.

avatar
Jason Statham

Si allontana dal figlio più piccolo, Gabriele di 10 anni, che lo tiene abbracciato da quando è tornato dalla Libia, perché non vuole che senta queste atrocità. "Era terribile - racconta con il viso che si rabbuia - si sentiva chiaramente che subivano torture".

avatar
Jessica Kolhmann

Gli appartenenti alla quarta casta e un gran numero di fuoricasta dalit o harijan sono invece detti “nati una volta” perché sono esclusi dall’upanayama e da tutte le cerimonie iniziative. Motivo che sta alla base della caste è la reincarnazione intesa come una delle credenze fondamentali nell’induismo; dopo ogni vita, l’anima rinasce in una nuova forma materiale.