Deleuze. La fine degli intellettuali.pdf

Deleuze. La fine degli intellettuali

Richiesta inoltrata al Negozio

Abbiamo tutti da imparare da queste conversazioni con Gilles Deleuze. Schegge di un tempo che sembra lontanissimo, le quattro conversazioni con G. Dumur, M. Foucault, F. Guattari e T. Negri, così piene di tracce della cultura e della immaginazione politica degli anni 70 (nel lessico, nelle speranze di trasformazione radicale, nella fiducia vibrante verso una rivoluzione che si annuncia imminente ma che invece non si darà), ecco, a dispetto di prime impressioni superficiali, queste pagine sono percorse da intuizioni, riflessioni, indicazioni che ancora oggi, negli anni della società liberale e della disaffezione dei cittadini al bene comune, potrebbero ridare respiro e vigore alla pratica politica attuale. Dunque, perché leggerle? Perché elaborano il discorso sul legame tra il desiderio e la pratica politica

Abbiamo tutti da imparare da queste conversazioni con Gilles Deleuze. Schegge di un tempo che sembra lontanissimo, le quattro conversazioni con G. Dumur, M. Foucault, F. Guattari e T. Negri, così piene di tracce della cultura e della immaginazione politica degli anni 70 (nel lessico, nelle speranze di trasformazione radicale, nella fiducia vibrante verso una rivoluzione che si annuncia

9.87 MB Dimensione del file
9788876983771 ISBN
Deleuze. La fine degli intellettuali.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.tcambrosiano.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

«Un po' di possibile, sennò soffoco», invocava Gilles Deleuze nell'Immagine-tempo (dieci anni prima di trarre le conseguenze, di quell'esaurimento). E se la premessa è che «abbiamo bisogno di ragioni per credere a questo mondo», uno dei pochi gesti intellettuali che nel nostro tempo provino a trovarle, queste ragioni, è Il mondoinfine: vivere tra le rovine, la mostra-concetto ... Deleuze, l'atto creativo in generale non opera ex nihilo, come potrebbe indurre a credere una lettura squisitamente letterale di quest'espressione. Per compren-derne la specificità, occorre rifarsi a un preciso sfondo teorico, ovvero quello di matrice nietzscheana, come si deduce già da quanto afferma Deleuze nel

avatar
Mattio Mazio

04/01/2021 intellettuale Persona colta, che ha il gusto del bello e dell’arte o che si dedica attivamente alla produzione letteraria e artistica, ma anche individuo che svolge attività lavorativa di tipo culturale o nella quale prevalenti sono la riflessione e l’elaborazione autonoma. Al plurale, il termine indica un gruppo o élite formato da individui di diversa classe sociale, accomunati da una ...

avatar
Noels Schulzzi

Alla fine degli anni Sessanta, l’apprendistato di Deleuze era completo e lui era capace di iniziare a scrivere diversamente, a cominciare da libri come Logica del Senso e Differenza e Ripetizione. Parlando di apprendistato intendevo anche riflettere sulla mia posizione. Nel positivismo il ruolo degli intellettuali consiste soprattutto in una rigorosa difesa dell'indipendenza della scienza da ogni intromissione che la renda "serva o cortigiana" come già diceva Bacone. Nella seconda parte dell'Ottocento, gli intellettuali venivano identificati con quei "letterati" promotori del dissenso, del cambiamento.

avatar
Jason Statham

Deleuze. La fine degli intellettuali 0 recensioni | scrivi una recensione. Prezzo: € 10,00 prezzo di copertina: Prezzo online: € 5,00: Pronto per la spedizione The thesis of the Manifesto of Fascist Intellectuals bases Fascist revolution upon co-operation between Culture and Politics. As a statement of politico-philosophic principles, the Manifesto derived from the "Fascism and Culture" (Fascismo e cultura) lecture Gentile delivered in the "Freedom and Liberalism" (Libertà e liberalismo) session of the cultural conference; although officially

avatar
Jessica Kolhmann

Che fine hanno fatto gli intellettuali ? – di Nicolas ... come notava acutamente Deleuze «rappresenta una ... Fin qui l’analisi di Traverso che forse non sottolinea abbastanza come questo declino degli intellettuali sia inscritto nel cuore delle trasformazioni produttive così come analizzato già …